CENTRO SPORTIVO
TEAM EQUA
 sanna fabio.jpg

in ricordo dell'amico

FABIO SANNA

QUALCHE CENNO STORICO

ercole copia.jpg

Il 2003 per Ercole Sapda è un anno importante: viene a conoscenza di un mezzo chiamato handbike, una bicicletta a 3 ruote guidata e mossa dall'atleta disabile grazie all'utilizzo delle braccia.

Nello stesso anno Ercole e l'amico Gianluigi, conosciuto nel 2000, entrano a far parete di una squadra amatoriale di Graffignana, il Team Pulinet.

1/1
1/4

Negli anni seguenti Ercole conosce Paolo Cecchetto, Fabrizio Cornegliani e Walter Groppi, anche loro atleti con cui ben presto nasce una vera e propria amicizia.

 

Nel 2013 decidono di dar vita ad un nuovo progetto; ecco quindi che nell'inverno nasce il Team Equa, la squadra che Ercole aveva sempre sognato.

Gara dopo gara, vittoria dopo vittoria la squadra prende forma, arrivano nuovi atleti e diventa un punto di riferimento in tutta Italia.

 

Il 2016 è un'anno veramente importante: ci sono le Paralimpiadi di Rio a cui partecipano Cecchetto e Achenza.

 

Il risultato è davvero emozionante: 3 medaglie d'oro e 2 medaglie di  bronzo sono il "bottino" che porta una grande festa in casa del Team Equa, al punto tale che il presidente Ercole Spada decide di organizzare una enorme festa per brindare ai risultati ottenuti dai propri atleti.

Il 2017 e il 2018 vedono sempre più protagonisti gli atleti del Team Equa che ad ogni prova di Coppa del Mondo e Mondiale si aggiudicano una quantità di medaglie quasi difficile da contare.

Paolo Cecchetto, Fabrizio Cornegliani e Giovanni Achenza sono le punte di diamante della squadra che trascinano anche gli altri atleti del Team.

1/3
1/4

Nei sogni di Ercole rimane però quello di realizzare un centro sportivo dedicato al recupero e agli allenamenti del Team.

Nell'inverno 2017 architetti, idraulici, muratori, artigiani concorrono come sponsor e come esecutori materiali alla crescita del grande sogno a Santa Cristina & Bissone, che si concretizza il 12 maggio 2018 con l'inaugurazione del "Centro Sportivo Team Equa", circondato da una folla incredibile di appassionati, tra i quali il grande amico Alessandro Zanardi.

 

Il Centro, che misura oltre 5.000 mq, è il luogo dove si allena il Team ma vengono anche avviati alla pratica sportiva persone con disabilità (bambini, adulti, anziani), oltre che ad essere frequentato da atleti anche di altre discipline sportive.

La vera forza di Ercole è l'entusiasmo per la vita, che contagia tutte le persone che incontra, a partire sopratutto dal figlio Lorenzo; insieme seguono gli atleti del Team come se fossero il loro padre e il loro fratello, senza mai risparmiarsi per dare loro tutta l'assistenza necessaria.

Ercole ha un'altra forza incredibile: quando ti guarda negli occhi e ti descrive un'idea, una nuova sfida o un percorso che solo lui conosce nella sua mente, non puoi fare altro che assecondarlo e seguirlo in quella che sarà sicuramente una nuova grande avventura!

E' anche suggestivo che porti il nome degli "Dio degli atleti" nell'antica Grecia, il fortissimo protettore degli uomini minacciati da pericoli e mostri primordiali.

E anche il cognome Spada, perchè scende in pista al fianco per lottare.